EUROPA, Svizzera

Svizzera on the road: cosa vedere nel Canton Berna

Se stai organizzando un weekend on the road in Svizzera, più precisamente nel Canton Berna, ti consigliamo 4 posti da vedere durante qualsiasi stagione. Ma prima, rispondiamo a una domanda frequente: come funzionano le autostrade in Svizzera?
Per viaggiare sulle autostrade svizzere è necessario essere in possesso di una vignetta autostradale da esporre sul vetro anteriore del veicolo.

Dove si acquista la vignetta autostradale svizzera?

Quanto costa? La vignetta ha un costo di 40 franchi (circa 40 euro).
Quanto dura? Si può acquistare in qualsiasi momento dell’anno ma sarà valida solo fino al 31 gennaio dell’anno seguente.
Dove acquistarla? Si può acquistare online (con costi di spedizione) oppure presso i diversi punti vendita prima della frontiera.

Blausee, la perla del Canton Berna

Il Blausee è uno dei laghi alpini più famosi della Svizzera. Situato nel canton Berna, il lago si trova immerso in una riserva naturale. Il colore turchese dell’acqua e la natura che fa da protagonista di tutto il paesaggio circostante rendono questo posto una tappa perfetta per qualche ora di pace e relax.

Blausee in Svizzera, cosa vedere in Svizzera, Svizzera on the road, Canton Berna
Blausee in Svizzera, cosa vedere in Svizzera

Ma non è tutto, le attività e i servizi offerti sono tantissimi. Infatti, il parco offre la possibilità, solo in estate, di fare una gita sul lago a bordo di una barca con fondo trasparente e di fare un picnic nelle aree attrezzate.
Oltre ai tanti sentieri per passeggiate c’è un parco gioco per bambini, alcuni bar e ristoranti, un albergo, una spa e anche un allevamento di trote che è possibile visitare.
Se questo non bastasse, da novembre a marzo è possibile organizzare delle immersioni nel lago.

Costo: l’ingresso al parco è a pagamento e costa 7,60€ (comprensivo del giro in barca, quando presente)

Dove parcheggiare: c’è un parcheggio adiacente al parco, per una sosta di 4 ore noi abbiamo speso 2,70€

Curiosità: la leggenda narra che una giovane coppia di innamorati era solita passare molto tempo attraversando il lago con una barchetta. Dopo la morte prematura di lui, la donna, disperata, tornava al lago ogni notte a piangere, finchè un giorno venne rinvenuto il suo corpo senza vita sul fondo. Da quel momento le acque del lago divennero di un intenso turchese per via delle sue lacrime.
Guardando attentamente il fondo del lago potrai infatti scorgere una statua in sua memoria.

Blausee in Svizzera, cosa vedere in Svizzera, Svizzera on the road, Canton Berna

Spiez e il lago di Thun

Una tappa un po’ meno nota per un on the road in Svizzera è Spiez, un piccolo comune del Canton Berna situato lungo le sponde del lago di Thun.

A rendere speciale questo borgo sono il suo castello medievale e la chiesa millenaria di Schloss Spiez situati in una grande area verde. Il castello risale al dodicesimo secolo ed è stato residenza di diverse famiglie. Al suo interno è presente un museo e, in alcuni periodi, diverse mostre d’arte.
Alla visita del castello si può abbinare una gita in battello sul lago di Thun.

villaggio di Spiez in Svizzera, cosa vedere in Svizzera, Svizzera on the road, Canton Berna

Svizzera on the road: Lauterbrunnen

Un’altra perla del canton Berna è sicuramente il villaggio di Lauterbrunnen che, con la sua valle e le sue 72 cascate, rappresenta una delle riserve naturali più importanti della Svizzera.
Oltre a perdersi tra le stradine di questo villaggio fiabesco, potete camminare dietro a una delle sue cascate, Staubbach Fall, raggiungibile tramite un sentiero abbastanza ripido.

Lauterbrunnen, cosa vedere in Svizzera, Svizzera on the road, Canton Berna
Coordinate del nostro scatto: 46,59490° N 7,90840° E

Isetwald, villaggio sul Lago di Brienz

L’ultima tappa che vi consigliamo è un piccolo villaggio sul lago di Brienz, Isetwald. In particolare, vi consigliamo una breve fermata a questo punto panoramico da cui ammirare il suo castello, il Seeburg, che risale al 1907.

Isetwald, Lago di Brienz, Svizzera on the road, Canton Berna
Coordinate: 46,71280° N 7,96940° E

Dove alloggiare nel Canton Berna:

Noi abbiamo alloggiato al Boutique Hotel Himmelrich, poco distante da Lucerna ma immerso nella natura e lontano dai rumori della città. Le camere sono curate in ogni dettaglio, il ristorante interno offre la cucina gourmet dello chef Gianny Banuta e da poco hanno anche aperto una zona spa.

Alloggio Canton Berna, Lucerna, Boutique Hotel Himmelrich, dove alloggiare in Svizzera
Alloggio Canton Berna, Lucerna, Boutique Hotel Himmelrich, dove alloggiare in Svizzera

Speriamo che l’articolo sia stato utile per organizzare il tuo viaggio nel Canton Berna, qui puoi rivedere il nostro.
Se sei un amante degli on the road ti consigliamo di dare un’occhiata anche alla Slovenia.

ITALIA

Posti insoliti da vedere a Torino in un giorno

Se state organizzando un weekend in città, Torino è sicuramente una meta che ci sentiamo di consigliarvi e in cui potete trovare diversi posti insoliti da visitare. In questo blog vi sveliamo 7 posti meno conosciuti da aggiungere al vostro itinerario.

1. T’ORO

T’oro è un’opera d’arte moderna che vuole rappresentare il simbolo della città, appunto il toro, raffigurando una Torino che guarda al futuro. Si trova in Via delle Orfane 20.

2. PALAZZO ‘FETTA DI POLENTA

Per i più golosi diciamo subito che non stiamo parlando di cibo o per lo meno non ancora. Il palazzo ‘Fetta di Polenta’ (Casa Scaccabarozzi è il vero nome di questo edificio) è un’attrazione molto particolare della città di Torino perché si tratta di un palazzo giallo talmente sottile che ricorda una fetta di polenta.

Si trova in Via Giulia di Barolo 9.

foto di http://www.museotorino.it

3. MERCATO CENTRALE

A Torino c’è il Mercato Centrale all’aperto più grande d’Europa, lo trovi in Piazza della Repubblica ed è aperto tutti i giorni.

4. PANCHINA DEGLI INNAMORATI

Nel Parco del Valentino si trova uno dei posti insoliti di Torino o meglio, una panchina decisamente insolita. Infatti, oltre a fare una bella passeggiata nel parco e nel suo Borgo Mediovale ricostruito, potrai imbatterti in un’installazione molto particolare. Nascosta nel parco c’è una panchina in cui sono “seduti” due lampioni, uno appoggiato all’altro, raffigurati in una posa quasi romantica. Da qui deriva appunto il nome ‘Panchina degli innamorati’.

5. ONDE FLUTTUANTI

In Piazza Viglongo è stata installata una scultura ondeggiate, sembra quasi che fluttuii. Su quest’opera troverai scritta la parola “più” in diverse lingue del mondo per rimarcare il desiderio dell’essere umano che non è mai sazio.

6. TRAMONTO AL MONTE DEI CAPPUCCINI

Come in ogni città, siamo sempre alla ricerca del punto panoramico perfetto per ammirare il tramonto e a Torino ti consigliamo di guardarlo dal Monte dei Cappuccini che si può raggiungere a piedi parcheggiando nei pressi di Piazza Vittorio Veneto. Da qui avrai una vista unica sulla Mole Antoneliana e su tutta Torino.

Dove mangiare a Torino

Un’altra cosa che a noi piace molto fare quando viaggiamo è provare la cucina tipica dei posti che visitiamo, sopratutto in Italia, e Casa Broglia è il ristorante giusto per farlo a Torino. Ve lo consigliamo sopratutto per cena perché la sua posizione è perfetta per concludere la serata con una bella passeggiata verso il centro città.

Dove allogiare a Torino

Come alloggio a Torino ti consigliamo Cascina Fossata, una struttura non in centro città ma ben strutturata, pulita ed economica. Di questo alloggio ci è piaciuto anche il fatto che si identifichino come “un progetto di recupero che unisce socialità e polifunzionalità in una nuova realtà”.

Speriamo che l’articolo sia stato utile per costruire il tuo itinerario insolito di Torino, qui puoi rivedere il nostro.

ITALIA, Puglia

8 posti instagrammabili ad Alberobello

Se state pianificando un viaggio in Puglia e tra le vostre tappe c’è Alberobello segnatevi questi 8 posti più e meno nascosti tra le vie dell’affascinante città dei trulli. 

Partiamo però dicendo 2 cose fondamentali. 

Prima di tutto sappiate che, come in tanti altri posti, ad Alberobello in modo particolare è consigliabile alzarsi molto molto presto per riuscire a fare delle foto senza persone attorno ma soprattutto per godersi la città che si risveglia. Essendo un posto parecchio turistico noi abbiamo notato un enorme differenza tra il giro fatto nel pomeriggio e quello della mattina seguente, ci è sembrato di girare per una città diversa, ancora più magica. 

Seconda cosa: ad Alberobello è tutto da fotografare, noi ci siamo sentiti come catapultati in un altro mondo. Detto questo, questi sono, secondo noi, gli 8 posti più instagrammabili ad Alberobello. 

1. Via Duca d’Aosta

Il primo punto è uno dei più nascosti, l’abbiamo trovato vagando tra i trulli. Ci siamo addentrati in questa via secondaria e, stranamente, non affollata. Ciò che la rende caratteristica è la scala appesa tra i due trulli. 

Posti instagrammabili ad Alberobello, Via Duca D'Aosta Alberobello

Ecco le coordinate per raggiungerla: 40°46’54.6″N 17°14’13.1″E

2. Via Monte S. Michele

Questa via, vista con le luci dell’alba, è stata una delle più suggestive del nostro viaggio ad Alberobello. Durante il giorno è altrettanto bella ma, quando siamo stati noi, era molto affollata e ci si muoveva con fatica. E poi, piccola tip, prima che il sole sorga completamente riuscirete a godere dell’atmosfera delle lucine appese tra i trulli in totale solitudine. 

Posti instagrammabili ad Alberobello, Via Monte S. Michele Alberobello, Idee foto di coppia

Vi abbiamo convinto a puntare la sveglia presto? La via la trovate qui: 40°46’53.863″N 17° 14’11.389″E 

3. Scalinata con le bici

Proseguendo sulla stessa via dello spot precedente troverete delle scalinate proproi in prossimità del bivio che si crea con la via parallela. Qui i negozi e i ristoranti sono addobbati e curati nei minimi dettagli e il tutto incorniciato da bici piene di fiori. Uno sfondo perfetto per la vostra foto. 

Posti instagrammabili ad Alberobello, Scalinata con le bici Alberobello, Idee foto di coppia

Noi abbiamo scattato questa foto proprio qui: 40°46’57.9″N 17°14’14.5″E

4. Scalinata dell’amore

A pochi metri da Largo Martellotta, nel cuore di Alberobello, potete trovare questa scalinata dell’amore. Qui infatti, su ogni gradino, sono state incise delle frasi che compongono una canzone del 1958 dedicata proprio ad Alberobello.

Posti instagrammabili ad Alberobello, Scalinata dell'amore Alberobello, Idee foto di viaggio
Posti instagrammabili ad Alberobello, Scalinata dell'amore Alberobello, Idee foto di coppia

Vi lasciamo le coordinate per raggiungerla: 40°46’59.8″N 17°14’16.4″E

5. Via dei Cappelli

La via dei Cappelli è tra le più note ad Alberobello e, oltre ad essere una cornice perfetta per le vostre foto, vi consigliamo di percorrerla con il naso all’insù.

Posti instagrammabili ad Alberobello, Via dei Cappelli Alberobello, Idee foto di viaggio

Per raggiungerla inserita queste coordinate su Google: 40°46’60.0″N 17°14’17.7″E

6. Trulli con simboli

Nella vostra giornata ad Alberobello troverete diversi trulli con dei simboli. In questa via, in particolare, ce ne sono molti tutti schierati.

Ma che significato hanno i simboli sui trulli di Alberobello? Informandoci abbiamo scoperto che hanno diverse origini, sia pagane che cristiane, e il loro valore è propiziatorio. Vennero disegnati con la calce e, secondo l’antica credenza popolare, allontanano le influenze maligne.

Posti instagrammabili ad Alberobello, Trulli con simboli Alberobello, Idee foto di viaggio

La via la trovate proprio qui: 40°46’53.3″N 17°14’09.1″E

7. Porta panoramica 

Addentrandosi nella zona più residenziale e meno turistica abbiamo trovato questa porta panoramica. È un cancello sempre aperto che regala una splendida vista sui trulli. Secondo noi un’ottima alternativa al più famoso e affollato Belvedere Santa Lucia per godersi il tramonto. 

Posti instagrammabili ad Alberobello, Porta panoramica Alberobello, Idee foto di coppia


Queste coordinate vi porteranno al punto esatto: 40°47’00.2″N 17°14’20.5″E

8. Via Giuseppe Verdi

Questa via si trova nel cuore della zona residenziale, ci teniamo infatti a ricordarvi che va mantenuto un certo rispetto per le persone che vivono qui. Noi abbiamo girato questa zona a piedi e abbiamo scattato delle foto solo dove ci sembrava più opportuno e senza disturbare.

Posti instagrammabili ad Alberobello, Via Giuseppe Verdi Alberobello, Idee foto di coppia

Noi abbiamo scattato qui la nostra foto: 40°46’59.8″N 17°14’22.9″E

Speriamo questa mini guida vi possa tornare utile. Godetevi Alberobello e taggateci (@farovers_) nei vostri scatti in questi spot se vi va!

Dove dormire ad Alberobello?

Ad Alberobello si può provare l’esperienza di dormire in un trullo. Noi abbiamo alloggiato nella Dimora Ciclamino della struttura di Maria Grazia e ci sentiamo di consigliarvi questo alloggio per la pulizia, la particolarità delle stanze, la vicinanza dal centro e la gentilezza dell’host.

ITALIA, Puglia

Cosa vedere a Bari in un giorno

Se vi trovate in Puglia non potete non fermarvi nel capoluogo. Se state organizzando le vostre vacanze in Puglia aggiunte Bari al vostro itinerario perché ne vale davvero la pena.

Ecco le 9 cose da vedere a Bari in un giorno:

1. CASTELLO SVEVO

Monumentale fortezza, il Castello Svevo è definito come l’edificio simbolo di Bari. La sua posizione strategica al di fuori della città vecchia lo rende una meta perfetta da raggiungere e visitare in tutta tranquillità

Castello Svevo a Bari, Cosa vedere a Bari

2. VIA DELLE ORECCHIETTE

A proposito della città vecchia di Bari, dando le spalle al Castello Svevo, potete raggiungere l’Arco Basso, il varco d’ingresso che non solo da inizio alla città vecchia ma è anche l’ingresso per la famosa Via delle Orecchiette di Bari. Qui, infatti, troverete tantissime bancarelle dove le più stravaganti signore Baresi preparano sul momento chili e chili di orecchiette. Potrete quindi ammirare questa longeva tradizione ma anche acquistare un sacchetto di orecchiette da portarvi a casa. Niente di meglio!  

Via delle Orecchiette a Bari, Arco Basso a Bari, Luoghi da vedere a Bari
Via delle Orecchiette a Bari, Arco Basso a Bari, Luoghi da vedere a Bari

3. DUOMO DI BARI

Il nome ufficiale di questa chiesa è la Basilica Cattedrale Metropolitana di San Sabino, ma tutti la conoscono come il Duomo di Bari. Questo monumento risale ai primi del XII secolo ma è stata prima demolita, poi ricostruita subendo svariate modifiche strutturali, sia all’interno che all’esterno. Nonostante questo, rimane comunque una delle chiese più belle da vedere a Bari. 

Duomo di Bari, Cosa non perdersi a Bari, Itinerario Bari

4. BASILICA DI SAN NICOLA

Rimanendo in tema chiese, la Basilica di San Nicola è una delle chiese più belle d’Italia. Non solo è conosciuta a livello mondiale, ma costituisce anche uno degli esempi più rappresentativi dell’architettura Romanico-Pugliese. Quindi aggiungetela al vostro itinerario per Bari.

Basilica di san Nicola Bari
foto di http://www.laterradipuglia.it

5. PIAZZA MERCANTILE

Qui entriamo nel vivo della storia. Piazza Mercantile, situata nell’epicentro della ormai famosa Bari Vecchia, è stata costruita in epoca medioevale e ha fin da subito acquisito un forte valore socio-culturale. Non meno importanti sono gli edifici storici che la circondano. Vi consigliamo di sedervi in uno dei baretti ad assaggiare un pasticciotto o su una panchina e ammirare la bellezza di questo posto ricco di storia e cultura.  

Piazza mercantile a Bari, Bari Vecchia
foto di http://www.giovannicarrieri.com

6. FORTINO DI SANT’ANTONIO

Il Fortino di Sant’Antonio è senz’altro uno dei punti panoramici più belli di bari. Da qui, infatti, c’è la visita su tutta la città, sul porto e sul mare. 

Vista di Bari dal Fortino di Sant'Antonio

7. MURAGLIA DI BARI

Dal Fortino di Sant’Antonio parte anche una lunga passeggiata lungo la muraglia di Bari. Sicuramente un luogo suggestivo dove rilassarvi e fare una bella camminata, soprattutto durante l’orario tramonto. 

Passeggiata al tramonto sulla muraglia di Bari vecchia
Passeggiata al tramonto sulla muraglia di Bari vecchia

8. N’DERR LA LANZ

N’derr la lanz, per i non pugliesi che stanno leggendo questo blog, è il mercato del pesce di Bari. Si trova non lontano dal Fortino di Sant’Antonio ed è un tradizionalissimo mercato del pesce molto semplice e rurale.

Leggendo online abbiamo scoperto che si chiama così perchè le barche in legno, in dialetto barese, si chiamano “lanz” e i pescatori, quando tornavano dalla pesca al largo, buttavano i pesci per terra (“n’derr’”) e da qui nasce il nome N’derr la lanz, “ai piedi delle barche”. 

9. CASA COLORATA A BARI

Sempre non lontano dal Fortino di Sant’Antonio, precisamente al civico 13 di Via Venezia, potrete trovare una caratteristica casa colorata circondata da piante e fiori. Questo è un nostro consiglio per un luogo instagrammabile a Bari. Fatene buon uso.

Idee foto di coppia a Bari

Ma non finisce qui…dove provare la vera focaccia barese a Bari? 

Fermatevi assolutamente da Santa Rita, la focacceria più antica di Bari Vecchia. La qualità è molto elevata ed è accompagnata da una estrema gentilezza dei proprietari. Con meno di 5 euro si possono provare due rotelle, ovvero focacce rotonde di diversi gusti, noi consigliamo di provare la tradizionale con pomodorini. Indimenticabile!

Panificio Santa Rita focaccia più antica di Bari, Bari vecchia
Dove mangiare la migliore focaccia barese a Bari
ITALIA, Valle d'Aosta

Esperienze da fare in Valle d’Aosta: rafting sulla Dora Baltea

Se siete alla ricerca di un’esperienza adrenalinica, allora il rafting fa sicuramente al caso vostro. Il rafting è la giusta esperienza da fare con gli amici, magari anche durante occasioni particolari come compleanni e addii al celibato/nubilato. Per quanto possa sembrare uno sport estremo è comunque molto sicuro e non c’è nulla di cui aver paura o preoccuparsi. 

Esperienza alternativa da fare in Valle d'Aosta: fare rafting sulla Dora Baltea

Per questo motivo vogliamo consigliarvi Rafting Valle D’Aosta, la struttura a cui noi ci siamo appoggiati per provare questa esperienza. Vi basterà prenotare la corsa e poi recarvi presso la frazione Derby, del comune LaSalle. Portatevi un cambio di scarpe e vestiti, vi tornerà utile: a fare rafting ci si bagna, e non poco.

Loro vi forniranno poi tutta l’attrezzatura necessaria: caschetto, giubbotto di salvataggio e muta. Prima di iniziare vi verranno spiegate minuziosamente tutte le basi del rafting e farete anche una prova a terra.

Il percorso da svolgere si suddivide in due discese, così chiamate perché si scende sul letto del fiume Dorea Baltea. La prima, la più breve e semplice, della durata di 30 minuti, vi aiuterà a prenderci la mano. La seconda, invece, dura 40 minuti e parte da un punto del fiume più impervio e movimentato, sicuramente più adrenalinico. 

L’esperienza fatta con i ragazzi del Rafting Valle D’Aosta è stata davvero unica, divertente ed emozionante. Loro sono professionali, sanno quello che fanno e non lasciano nulla al caso perché l’obiettivo è ovviamente divertirsi ma stando sempre attenti e concentrati. 

Uno dei migliori posti in Italia dove fare rafting

Quindi, cosa state aspettando? Prenotate anche voi un’esperienza unica immersi nella natura della Valle D’Aosta e fateci sapere come va.

Buona discesa!

ITALIA, Lombardia

7 posti poco conosciuti da vedere in Lombardia

1. BRANZI E CARONA

Il primo posto che vi consigliamo in realtà comprende due paesini in Lombardia, uno vicino all’altro. Stiamo parlando di Branzi e Carona. A quest’ultimo potete trovare un piccolo ma caratteristico lago, intorno al quale si può fare una breve e tranquilla passeggiata. Dopo la passeggiata a Carona vi consigliamo di recuperare le energie all’Hotel Pedretti, a Branzi. Questo posto, oltre ad essere un hotel, è un buonissimo ristorante dove si possono assaggiare ottimi piatti tipici, primo fra tutti la polenta concia. Qui, volendo, parte anche il sentiero che vi permette di raggiungere uno dei luoghi più suggestivi della zona: i Laghi Gemelli. 

Ponte situato nella città di Branzi, in provincia di Bergamo

2. RONCOBELLO

Roncobello è un piccolo paesino situato nella valle del torrente Valsecca. Sicuramente una meta poco conosciuta ma che vi permetterà di rilassarvi grazie al silenzio e la natura che lo circonda. Potreste anche inserirla come tappa di un gita in giornata per poi raggiungere Branzi, Carona o addirittura la più conosciuta Foppolo. 

3. CORNELLO DEI TASSO

Cornello dei Tasso è uno dei borghi medievali più caratteristici e tutt’ora meglio conservati all’interno del territorio lombardo. Un borgo che si gira a piedi in davvero poco tempo ma che merita una visita per la sua unicità. Il nome richiama subito la famiglia Tasso, la quale ha vissuto proprio in questo bellissimo borgo lombardo. Qui, infatti, è possibile vedere sia le rovine dell’antico palazzo della famiglia Tasso sia il museo che racconta la loro storia. 

Non è possibile raggiungere il borgo in macchina. Vi consigliamo di parcheggiare cercando sulle mappe ‘Sentiero per Cornello dei Tasso’, è un punto in cui è possibile raggiungere il piccolo borgo a piedi lasciando la macchina praticamente sotto di esso. Attenzione però che i posti auto sono limitatissimi. 

Vista dal borgo medievale lombardo Cornello dei Tasso

4. SONDRIO

Sondrio, per quanto possa essere conosciuta, non ve la consigliamo come gita di una giornata, ma piuttosto come breve tappa durante un piccolo viaggio. Da vedere sicuramente il Castello Masegra, punto panoramico dal quale vedere tutta la città. Noi vi consigliamo di parcheggiare qui – 46°10’32.4″N 9°52’23.3″E –  parcheggio comodissimo e gratuito.

Vicino al castello troverete anche Via Scarpatetti, una via suggestiva caratterizzata da casette tipiche, sembra di fare un salto indietro nel passato.

Se non vi piace dormire in città, ma preferite posti più tranquilli e lontani dal caos, in zona vi consigliamo l’Agriturismo Terra del Sole. Un accogliente agriturismo, semplice ma al contempo ben tenuto, con camere molto spaziose e dotate di angolo cottura. Il personale è molto gentile e la posizione davvero comoda per raggiungere Sondrio.

Vista panoramica su Sondrio, dove vedere il tramonto a Sondrio

5. PONTE IN VALTELLINA

Magari qualcuno di voi avrà sentito parlare di questo piccolo comune nella provincia di Sondrio. Di per sé è un comunissimo paesino di montagna, con un bel centro storico da girare a piedi. Ma il suo punto forte è questo: Via Rivaccia, 2-1. Apparentemente è solo l’inizio di una strada stretta che porta in mezzo ai vigneti, ma vi assicuriamo che la vista è mozzafiato. Se poi, come noi, ci andate durante l’inverno in una giornata di neve non riuscirete a smettere di ammirare l’incredibile panorama.

Punto panoramico dal borgo lombardo Ponte in Valtellina

6. CHIURO

Ci troviamo sempre in provincia di Sondrio, in un piccolo paesino. Ci piacciono i piccoli borghi, si era capito? 

Sicuramente molto meno conosciuto di altri borghi, ma secondo noi vale la pena inserire Chiuro come tappa se vi trovate in queste zone per fare una gita in Lombardia.

7. PONTE TIBETANO

L’ultimo posto che vi consigliamo è più un’attrazione: il Ponte Nel Cielo. Probabilmente ne avrete già sentito parlare: si tratta di uno dei ponti tibetani più alti d’Europa, ben 140 metri dal suolo. Si definisce tibetano un ponte che è ancorato solamente alle due estremità, quindi senza alcun appoggio al suolo. Tenete presente che questo è lungo 200 metri, non è proprio una passeggiata. Nonostante questo noi ve lo consigliamo caldamente perché è sicuramente un’esperienza diversa dal solito e adrenalica. Il costo è di soli 5 euro e i ragazzi fino alle medie entrano gratis. 

Se volete informarvi meglio vi lasciano il link che rimanda al sito ufficiale con tutte le informazioni.

ITALIA, Lombardia

Idee per una gita di un giorno vicino al lago di Como

Se volete fare una gita di un giorno vicino al Lago di Como ma non sapete dove andare, vi aiutiamo consigliandovi qualche posto meno noto. 

1. POMELASCA: VIALE ALBERATO E CHIESETTA ROSSA

La chiesetta rossa di Pomelasca è una meta insolita nei dintorni di Como, anche noi l’abbiamo scoperta per caso mentre cercavamo posti da vedere vicino al Lago di Como. È molto suggestiva ma, a nostro parere, lo è ancora di pià il viale alberato che conduce a questa chiesetta: Via Alberto da Giussano. Se ci capitate, come è successo a noi, durante una giornata autunnale un po’ grigia lo spettacolo è assicurato.

2. FARO VOLTIANO

Il secondo posto che vi consigliamo è il punto paoramico per eccellenza dal quale ammirare in tutta la sua maestosità il lago di Como. Stiamo parlando del Faro Voltiano di Brunate. È raggiungibile sia con funicolare che con la macchina, con quest’ultima la strada a tratti è stretta e vige il doppio senso, quindi state attenti. Si parcheggia qui (45° 49′ 31.872″ N 9° 6′ 9.547″ E) e si raggiunge poi il faro in pochi minuti a piedi. Per una vista ancora più incredibile vi consigliamo di guardare l’alba o il tramonto sul lago di Como da qui.

faro voltiano sul lago di como, faro voltiano di Brunate, vista panoramica sul lago di como

VILLA DEL BALBIANELLO

Non si può parlare del lago di Como senza parlare delle ville che si affacciano direttamente sul lago. Quella che abbiamo visitato noi è, forse, la più famosa: la Villa del Balbianello. Proprio qui, infatti, sono state girate alcune scene dei film di Star Wars e, che dire, ottima scelta George Lucas. Noi l’abbiamo raggiunta a piedi ma è possibile anche raggiungerla in barca, potrebbe essere un’esperienza più romantica e suggestiva entrando direttamente dal piccolo cancello che dà sul porticciolo privato. L’abbiamo visitata gratuitamente durante un evento FAI. Facendo parte del FAI ogni tanto si ha la possibilità di visitare questa, e altre strutture a loro connesse, gratuitamente, tenetevi informati se siete interessati. Per qualsiasi altro dettaglio e informazione vi lasciamo qui il sito della villa.

ORRIDO DI NESSO

La meta più suggestiva che vogliamo consigliarvi è l’Orrido di Nesso. Situato lungo le coste del lago e proprio nel comune di Nesso, questo orrido è una gola naturale caratterizzata da un’altissima cascata che, infrangendosi nel Lario, raggiunge le acque del lago passando al di sotto di un antico ponte. Vi diciamo subito che parcheggiare non è comodo, infatti i parcheggi vicino sono limitati e, essendo un paesino piccolo la possibilità di parcheggio in generale è molto bassa. Quindi armatevi di pazienza e scarpe comode. I pochi parcheggi vicini si trovano in Via Roma 23, esattamente sulla strada principale che attraversa il paesino.

Per vedere la cascata da vicino dovete salire rispetto al lago e raggiungere il punto panoramico. Si raggiunge imboccando una vietta a pochi metri dal parcheggio e molto difficile da trovare, vi lasciamo le coordinate: N 45° 54′ 35.286” E 9° 9′ 19.586”. La vista è sicuramente bella ma un po’ limitata da una tettoia.

Il ponte antico che vi abbiamo citato poc’anzi si chiama Ponte della Civiera e lo trovate proprio sulla riva del lago. Per raggiungerlo dove scendere, appunto, verso il lago passando per il paese che è altrettanto caratteristico (N 45° 54′ 36.962” E 9° 9′ 20.754”).

Ponte antico Orrido di nesso sul lago di como
vista panoramico sull'orrido di nesso al Lago di Como