EUROPA, Romania

Dove mangiare a Bucarest: costi e specialità da provare

Durante il vostro viaggio a Bucarest non potete non assaggiare la cucina tipica rumena, soprattutto in un Paese così economico dove uscire a mangiare non è per nulla costoso. Noi abbiamo provato 4 posti durante il nostro weekend a Bucarest, partendo dalla colazione, passando per il pranzo e la merenda, fino ad arrivare alla cena.
Ecco quali sono i locali che ti consigliamo di provare:

Gran Cafè Van Gogh

Questo posto l’avrete sicuramente già visto su Instagram perché è decisamente il locale più instagrammabile dove mangiare di Bucarest. Come avrete capito dal nome è un locale a tema Van Gogh, infatti al suo interno potrete trovare qualsiasi tipo di decorazione connessa all’artista. Non è di certo un posto tipico e nemmeno il più economico, ma la sua originalità ci ha incuriositi e anche i suoi pancakes se dobbiamo essere sinceri.

Quanto costa? Noi abbiamo speso 10 € a testa prendendo due piatti di pancakes, un cappuccini e un caffè. Le porzioni erano davvero abbondanti quindi il prezzo, seppur non nello standard di Bucarest, è onesto.

Gran Cafè Van Gogh a bucarest, locale van Gogh a bucarest, locali instagrammabili a bucarest, luoghi instagrammabili a bucarest, cosa vedere a bucarest, itinerario due giorni a bucarest
Gran Cafè Van Gogh a bucarest, locale van Gogh a bucarest, locali instagrammabili a bucarest, luoghi instagrammabili a bucarest, cosa vedere a bucarest, itinerario due giorni a bucarest
Gran Cafè Van Gogh a bucarest, locale van Gogh a bucarest, locali instagrammabili a bucarest, luoghi instagrammabili a bucarest, cosa vedere a bucarest, itinerario due giorni a bucarest

Ristorante Hanu’ Lui Manuc

Oltre ad essere l’albergo più antico di Bucarest è anche un ristorante che propone piatti della cucina tradizionale rumena.

Quanto costa? Noi abbiamo speso 6 € a testa, costo del menù fisso del pranzo comprensivo di primo e secondo con contorno. Abbiamo assaggiato la Ciorbă, una zuppa saporita che può essere a base di pollo, manzo, pesce o verdure. I secondi erano due piatti di carne, pietanza molto rinomata in Romania.

Hanu' Lui Manuc a Bucarest, dove mangiare a bucarest, dove mangiare tipici a bucarest, ristoranti migliori a bucarest, itinerario due giorni a Bucarest
Hanu' Lui Manuc a Bucarest, dove mangiare a bucarest, dove mangiare tipici a bucarest, ristoranti migliori a bucarest, itinerario due giorni a Bucarest, piatti tipici rumeno, cibo tipico bucarest

Linea Closer To The Moon

Per merenda/aperitivo siamo stati in questo locale non proprio facile da trovare. Inserendo il nome su Google Maps arriverete ad un portone con un ascensore e una piccola scritta ‘Linea’ sul muro, vi basterà salire al primo piano per arrivare all’ingresso del locale.
La caratteristica di questo posto è la terazza sul tetto che ospita una serie di ‘bolle’ all’interno delle quali si può pranzare, cenare o fare un aperitivo con vista. Anche questo locale non è tra i più economici ma si paga la vista.

Quanto costa? Noi abbiamo fatto una merenda e abbiamo speso 6 € a testa prendendo un caffè, un cappuccino e un dolce tipico, il Papanași. Si presentano come dei bignè fritti e zuccherati, ripieni di Urda (un formaggio simile alla ricotta) e ricoperti di confettura.

luoghi instagrammabili a bucarest, dove vedere il tramonto a bucarest, dove fare aperitivo a Bucarest, migliori rooftop bar a bucarest, linea closer to the Moon bar bucarest
luoghi instagrammabili a bucarest, dove vedere il tramonto a bucarest, dove fare aperitivo a Bucarest, migliori rooftop bar a bucarest, linea closer to the Moon bar bucarest

Caru’ cu bere

A cena siamo andati al ristorante più vecchio di tutta Bucarest e il più famoso tra i turisti: Caru’ Cu Bere. Da fuori sembra un normalissimo ristorante, ma all’interno l’arredamento e i dettagli riportano indietro nel tempo ed è sicuramente uno dei posti per eccellenza dove mangiare a Bucharest. Il ristorante nacque infatti nel 1899 come osteria e luogo di sosta per mercanti. Nonostante, come detto, sia molto ormai turistico, i prezzi sono onesti e il cibo davvero buono e abbondante.

Quanto costa? Noi abbiamo speseo 10 € a testa prendendo due birre medie, un secondo di carne con contorno e un piatto tipico, il Sarmale. Si tratta di involtini di foglie di cavolo in salamoia che racchiudono un misto di carne macinata, riso e cipolla, serviti con panna acida.

ristorante più vecchio di bucarest, ristorante più antico di Budapest, Caro' Cu Bere bucarest, dove mangiare a bucarest, dove mangiare tipico a bucarest, itinerario due giorni bucarest
ristorante più vecchio di bucarest, ristorante più antico di Budapest, Caro' Cu Bere bucarest, dove mangiare a bucarest, dove mangiare tipico a bucarest, itinerario due giorni bucarest

Speriamo questo articolo sia stato utile per organizzare il tuo viaggio e decidere dove mangiare a Bucarest. Clicca qui per rivivere il nostro e se seguirai i nostri consigli taggaci @farovers_.

ITALIA, Trentino

Dove mangiare in Dolomiti Paganella: 3 rifugi assolutamente da provare

Amiamo il Trentino per tutte le bellezze che offre ma, da buone forchette, è una delle regioni che apprezziamo di più a livello culinario, tra Spatzle, Canederli, Strudel e potremmo procedere all’infinito.
Durante i nostri 3 giorni in Dolomiti Paganella abbiamo mangiato in 3 rifugi che vi consigliamo di provare.

Rifugio La Roda

Il rifugio La Roda è situato sulla cima della Paganella a un’altitudine di più di 2000 metri. È il posto perfetto per una pausa, sia dopo una passeggiata estiva che dopo una sciata o ciaspolata sulla neve.

Noi abbiamo assaggiato il una pasta del giorno, con zucca e tartufo, e il Piatto Paganella composto da diverse pietanze tipiche tra cui tortel de papate, carne salada e canederli.

mangiare piatti tipici in Dolomiti Paganella al Rifugio la Roda

Oltre alla qualità del cibo, un altro punto a favore di questo rifugio è la vista dalla sua terrazza. Da qui, infatti, si possono ammirare le Dolomiti di Brenta, le Dolomiti bellunesi e altoatesine e, poco più in fondo, anche il Lago di Garda. Posto perfetto per un pranzo o un aperitivo con vista.

Seggiovia panoramica in Dolomiti Paganella

Rifugio La Montanara

Il Rifugio La Montanara è situato a Molveno sull’Altopiano di Pradel, a un’altitudine di 1600 metri.

Rifugio La Montanara in inverno sull'Altopiano di Pradel con il gatto delle nevi
Credit: molveno.it

L’Altopiano del Pradel è una tappa che vi consigliamo di aggiungere al vostro itinerario in Dolomiti Paganella. Qui potete fare le attività più disparate: passeggiare ammirando la vista sul lago di Molveno, sciare, ciaspolare, scendere con lo slittino ed è presente persino un’area Bike Park per praticare downhill.

Qualsiasi esperienza decidiate di fare, vi consigliamo di fermarvi per pranzo al rifugio La Montanara. Noi abbiamo provato un tagliere misto e poi il bis di primi con tagliatelle fresche al ragù di capriolo e gnocchetti alle erbette di monte conditi con burro fuso.

Pranzo al Rifugio la Montanara mangiando tagliatella al ragù di capriolo e gnocchetti alle erbe

Un posto accogliente e tradizionale. Da provare!

Rifugio Meriz

L’ultimo rifugio che vogliamo consigliarvi per la vostra gita in Dolomiti Paganella è il rifugio Meriz. Si trova alla località Rocca a 1.400 metri e per raggiungerlo si prende una seggiovia che parte dalla località Santèl a Fai della Paganella.

Durante la giornata, questo rifugio è luogo d’incontro per tutti gli sciatori e per chi svolge attività sulla neve (noi, per esempio, abbiamo provato la nuova pista da slittino). Potete infatti rilassarvi per un aperitivo o un pranzo accompagnato da musica e divertimento.

Noi qui abbiamo provato l’esperienza della cena in quota, un evento che propongono ogni venerdì. Su prenotazione è infatti possibile salire al rifugio a cenare, la seggiovia vi porterà dalle 19.15 alle 19.45, mentre per scendere gli impianti riaprono dalle 10.15 alle 10.45.

Rifugio Meriz in inverno con la neve di sera con falò e luci natalizie

Il rifugio di sera si trasforma e vi accoglie con un falò esterno per scaldarvi dopo il tragitto. All’interno è curato nei minimi dettagli e anche la cucina è ricercata ma sempre attaccata alla tradizione. Noi abbiamo provato l’antipasto misto, un primo piatto del giorno e la crostatina di brisèe ai finferli con formaggio e vellutata di patate montagnine.

Piatto tipico del trentino al Rifugio Meriz in Dolomiti Paganella
Antipasto misto al Rifugio Meriò al Rifugio Meriz in Dolomiti Paganella
Crostatina di brisèe ai fingerli con formaggio e vellutata di patate montanine al Rifugio Meriz in Dolomiti Paganella